Le Alpi Apuane

Le Alpi Apuane sono un posto duro, di montagne di marmo, faggi a diradarsi (dalla sponda di Massa) fino alla somma scintillante e calva, di picchi lisci nel sole della giornata più lunga dell’anno.

IMG_0266
È un posto di anarchici e partigiani e boschi con pochi sentieri e quei pochi difficili.
Di dissidenti, di gente che vive rischiando di morire.
Per la libertà, per il salario, perché è così che si fa.

IMG_0299

Tagliare i pezzi di marmo, con i pezzi di legno, con l’acqua. Per le case dei ricchi o i palazzi, e scavar montagne che prima o poi non le riconosci più.

Camminavo nel paese di Antona, il quale contro ogni buon senso non è morto, che la gente ci vive.

IMG_0270
Ho incrociato un vecchio, con due stampelle. Gli ho detto buon giorno, con il mio zainetto, il mio codino, il mio IPhone. Non ha sorriso, e nel vicolo silenzioso non c’era nessuna possibilità che non sentissi.

Forestieri, cosa vieni a rompere i coglioni [bestemmia].

A volte pensi di essere un viaggiatore, e ti ricordano che sei solo un turista. Fanno bene, peraltro.

IMG_0274

Sul Passo del Vestito è un’esplosione di gloria giù a rivolare, fino a mare.
Da qui si vede il mare.

IMG_0282

Poi la strada scende fino ad un avamposto abbandonato, e lí di fianco c’è una ferita nel marmo, come un arco, ma enorme, come la vagina della madre di tutti gli sconfitti.

Ci si passa attraverso, sentendosi piccoli, alzare la testa fa venire le vertigini – la luce dorata della sera disegna le vene nel marmo, come la pelle di una ragazza pallida che ha appena finito di ballare. Pulsa.

Si può guardar per terra allora, per non cadere. È tutto pulitissimo nonostante l’abbandono, per via dei sassi bianchi, deve essere stata così Atlantide, quando è caduta.

Oltre l’arco c’è una conca, e sulla conca scritte e disegni. Per la maggior parte politici, per la maggior parte incazzati. Qualcuno ha disegnato una bambina, triste. Qualcuno inveisce contro “lo scempio delle Apuane”.

IMG_0322

 

Non ho trovato nessuno che mi spiegasse in cosa consiste, però.

IMG_0296

Poi il marmo sparisce, i boschi diventano castagni, le case raffazzonate e condonate lasciano spazio alla provincia Toscana che vogliono gli Americani, alle villette liberty di pianta quadrata, con i fiori disegnati sulle pareti. Paesi curati, puliti.

E io da sola, lí in mezzo, volevo piangere ma non sapendo bene il perché mi sono fermata a bere un caffè.

Era buono, e alla fine non è questo che conta? Che ci sia sempre un buon caffè?

Forse no, ma del resto ho fatto del non avere risposte un precario stile di vita.

E Josh Homme sta cominciando a suonare ed è un segno come un altro per capire quando è ora di smetterla.

IMG_0294

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...