Melagrane

La fame aprì i porti, tagliò i ponti
urlò al lupo, consumò i suoi vizi
come il mio, un Pinot Nero dei colli di Cesena
dove ho un amico, che dalla vita s’aspettava un po’ di più.

Le ragazze mi scivolano intorno, come un nemico
e gli uomini, in genere, di me hanno paura
ma poco importa perchè io so trovare i sogni pari,
nelle melagrane, e ballare coi bimbi, a volte anche cantare.

Non ho ricordi
tranne quelli che mi annoto
e pure quelli, molto spesso, li perdo

Ma sopra tutto ho ben chiaro il deserto
e il tuo sapore, quando sorridi
e contro al buio, nel buio, mi cerchi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...